Remodule, il progetto di start up che rigenera le batterie per automobili elettriche e ibride. Lorenzo Tapini, Michele Franceschetti e Marco Mostarda insieme ad Antonio Andreacchio, Luca Dallara e Mattia Stinghezza sono i sei ideatori di Remodule entrati della lista dei Top100 Under 30 stilata l’anno scorso da Forbes.
La loro idea è quella di riutilizzare le celle dismesse dei pacchi batteria delle automobili elettriche fornendo loro una nuova destinazione come accumulatori fermi a terra (per es. impianti fotovoltaici), riducendo, di conseguenza, il loro smaltimento.Un progetto che permette di abbattere le emissioni nell’atmosfera, sia durante la fase di produzione delle celle che durante lo smaltimento, ma che risulta essere anche vantaggioso economicamente per tutta la filiera automotive, soprattutto per le case produttrici.
Remodule ha già riscosso un notevole successo conseguendo il Premio speciale Repower per l’Innovazione, conferito nell’ambito del Premio Gaetano Marzotto 2020.